• Pubblicità
  • Test di Schilling diagnosi anemia perniciosa

    Test di Schilling diagnosi anemia perniciosa Attraverso l’esecuzione del Test di Schilling è possibile effettuare la diagnosi anemia perniciosa, una forma di anemia megaloblastica cronica e progressiva causata dall’assenza Fattore Intrinseco Intestinale (o Gastrico, o di Castle), una sostanza indispensabile per l’assorbimento della vitamina B12, una condizione patologica che provoca l’atrofia della mucosa ghiandolare gastrica, […]
    Continua..
  • Ossigenoterapia iperbarica quando è utile

    Ossigenoterapia iperbarica quando è utile Come trattamento utile per riattivare i processi metabolici, in caso di emoglobina bassa può essere consigliata l’ossigenoterapia iperbarica, una cura non invasiva che consiste fondamentalmente nella respirazione da parte del soggetto, che evidenzia questa condizione patologica, di ossigeno puro al 100% o miscele gassose iperossigenate all’interno di una camera iperbarica. […]
    Continua..
  • Anemia di Fanconi come si manifesta

    Anemia di Fanconi come si manifesta Tra le malattie pediatriche più frequenti in ambito clinico si definisce anemia di Fanconi, una rara forma di anemia caratterizzata da carenza di tutti i tipi di cellule del sangue, primi tra tutti i globuli bianchi e quelli rossi, le cellule risentono infatti di una significativa instabilità cromosomica che […]
    Continua..
  • Febbre di Marburg come si manifesta

    Febbre di Marburg come si manifesta Una grave malattia emorragica di origine virale come la febbre di Marburg è particolarmente diffusa in alcune regioni dell’Africa subsahariana manifestandosi come una febbre emorragica ad elevata mortalità. Il filovirus appartenente alla famiglia Filoviridae responsabile di con febbre alta, mal di testa, mialgie, artralgie, dolore toracico, faringite, malessere, sorgono […]
    Continua..
  • Metodo Sahli: metodo colorimetrico per la determinazione dell’emoglobina

    Metodo Sahli: metodo colorimetrico per la determinazione dell’emoglobina Il nome del medico svizzero Hermann Sahli è legato ad una moderna concezione della semeiotica medica che prevede l’impiego di analisi chimico-cliniche nel referto di laboratorio e tra le sue scoperte si deve segnalare il metodo Sahli detto anche metodo colorimetrico per la determinazione dell’emoglobina. Il medico […]
    Continua..
  • Ricambio emoglobinico cosa indica

    Ricambio emoglobinico cosa indica Si definisce ricambio emoglobinico, il continuo distruggersi e riformarsi dell’emoglobina e dei globuli rossi a livello ematico indicando così la quantità d’emoglobina che ogni viene distrutta per poi riformarsi in condizioni normali, in modo da determinare una costante quantità di emoglobina nell’arco di tutta la giornata. Invece i soggetti colpiti da […]
    Continua..
  • Aumento dei globuli rossi rame

    Aumento dei globuli rossi rame Tra i minerali indispensabili all’organismo per favorire l’aumento dei globuli rossi bisogna segnalare il rame, in particolare perché permette alle cellule di accedere più velocemente al ferro, accelerando così la produzione di globuli rossi, il ferro a sua volta determina l’incremento dell’apporto di ossigeno nel sangue rendendo più agevole l’espulsione […]
    Continua..
  • Legame del 2,3 difosfoglicerato all’emoglobina

    Legame del 2,3 difosfoglicerato all’emoglobina Il legame del 2,3 DPG all’emoglobina si verifica quando questa proteina ematica si trova nella forma deossigenata, mentre tale legame si scompone a livello polmonare come conseguenza del legame dell’emoglobina con l’ossigeno. Il 2,3 difosfoglicerato (2,3 DPG) è un composto proveniente da un prodotto intermedio della glicolisi che si concentra […]
    Continua..
  • Emopessina e distruzione dei globuli rossi

    Emopessina e distruzione dei globuli rossi Per formulare la diagnosi delle anemie emolitiche si prendono in considerazione diversi dati tra i quali i valori di emopessina plasmatica, una proteina plasmatica che ha la funzione di legare l’eme derivato dalla distruzione dei globuli rossi, l’eme è una molecola funzionale dell’emoglobina incaricata al trasporto dell’ossigeno. Quando i globuli rossi giungono al termine del […]
    Continua..
  • Glicogenosi da deficit di glucosio-6-fosfatasi: manifestazioni

    Glicogenosi da deficit di glucosio-6-fosfatasi: manifestazioni Tra le anomalie ematiche si definisce glicogenosi da deficit di glucosio-6-fosfatasi (G6P) un difetto metabolico dell’enzima glucosio-6 fosfato deidrogenasi a carico dei globuli rossi che risultano suscettibili nei confronti degli agenti ossidanti di natura esogena oppure endogena, in particolare sotto l’azione di farmaci o mediante l’esposizioni da radicali liberi prodotti […]
    Continua..