Disordini ematologici livedo reticularis

Comment

Altri articoli

Disordini ematologici livedo reticularis

Alcuni disordini ematologici possono provocare una manifestazione cutanea come la livedo reticularis che si evidenzia con uno scolorimento screziato sulla pelle, che dà forma a delle aree cianotiche che assumono una caratteristica colorazione blu-rossastra con morfologia a rete. Questa alterazione cutanea tende a comparire soprattutto negli arti inferiori, ma può interessare anche altre aree del corpo quali braccia e tronco. La manifestazione della livedo reticolare è dovuta alla presenza di fattori che vanno ad alterare il normale flusso ematico e la stasi del sangue deossigenato nei piccoli vasi sanguigni a livello cutaneo, ed infatti tra i fattori che possono provocare questo sintomi ci sono principalmente dei disordini ematologici, ma si evidenziano anche problemi cardiovascolari, malattie autoimmuni, tumori e disturbi endocrini. Nei casi non patologici, la livedo reticularis si verifica a causa di una riduzione del sangue nei capillari, dovuta a fattori esterni come il freddo, si tratta di una manifestazione in questo caso transitoria: per uno spasmo delle arteriole in risposta allo stimolo del freddo si determina una riduzione della quantità di ossigeno nel sangue nei capillari periferici per questo motivo la pelle diventa livida in alcune zone formando una sorta di reticolo. Maggiori informazioni si possono reperire su Livedo reticularis.

Pubblicità

I fattori patologici della formazione cutanea

disordini ematologici livedo reticularis

disordini ematologici livedo reticularis

Nei casi patologici il reticolo di aree cianotiche bluastre sulla pelle dipende da condizioni patologiche più o meno severe. Tra i problemi di tipo ematico bisogna segnalare condizioni quali: la trombocitemia essenziale, la sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi (APS), anemia perniciosa, trombocitosi; tra le altre cause ci sono condizioni patologiche differenti quali: iperlipidemia, infiammazione dei vasi sanguigni, carenze nutrizionali, linfoma, lupus eritematoso sistemico, ipercalcemia, crioglobulinemia, sifilide, tubercolosi, cytomegalovirus e malattia di Lyme, arteriosclerosi, omocistinuria, pancreatite, insufficienza renale acuta, carcinoma a cellule renali, dermatomiosite, artrite reumatoide, feocromocitoma, sarcoidosi, sindrome di Sjögren, malattia di Buerger, carcinoma mammario metastatico, ipertiroidismo, sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome di Down, sindrome di Churg-Strauss.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 4 =