Category Archives: Emoglobina bassa

Emoglobina bassa: quali sono le cause, i sintomi, i rimedi ed i rischi quando è molto bassa o bassissima sopratutto in gravidanza. p

Emoglobina bassa anemia mediterranea

Emoglobina bassa anemia mediterranea: come si evidenzia l’alterazione genetica

Un livello di emoglobina bassa ed una ridotta quantità di globuli rossi possono determinare l’insorgenza dell’anemia mediterranea o talassemia, una malattia ereditaria del sangue caratterizzata da un difetto nei geni dell’emoglobina. Si distinguono principalmente due forme principali di talassemia, il tipo alfa ed il tipo  beta che differiscono tra loro in relazione all’anomalia genetica che interessa le catene proteiche dell’emoglobina: se l’alterazione genetica riguarda la prima catena il soggetto viene colpito da alfa talassemia, che si riscontra principalmente nelle aree geografiche dell’Africa; se invece risulta anomala la catena beta allora il soggetto presenta l’anemia mediterranea detta beta talassemia, che deve il suo nome all’area di maggiore diffusa ovvero il bacino del Mediterraneo. Questo secondo tipo di anemia dipende dal difetto genetico dell’emoglobina che viene ereditato dal soggetto da parte dei genitori: due geni prendono parte al processo di sintesi della catena beta dell’emoglobina e si riceve uno da ciascun genitore, quindi se uno o entrambi i geni sono in possesso della mutazione allora la beta-talassemia ha modo di sorgere. Maggiori informazioni si trovano su Emoglobina ed anemia falciforme: a cosa è dovuta la patologia. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassissima analisi e diagnosi

Emoglobina bassissima analisi

In condizioni normali ogni globulo è formato da circa 350 milioni di molecole di emoglobina, ciascuna cromoproteina è a sua volta adibita al trasporto si quattro molecole di ossigeno veicolato dai polmoni ai tessuti del corpo. Se la misurazione dell’emoglobina risulta bassissima allora il soggetto è anemico, per convalidare questa situazione possono tornare utili anche i valori dell’ematocrito. I principali fattori che determinano l’alterazione dei valori normali dell’emoglobina provocandone la riduzione della sua misurazione è legata a diverse condizioni e carenze che si evidenziano nel soggetto. L’emoglobina bassa è un segnale che va indagato a fondo per risalire alle sue cause che l’hanno provocata quali:carenza di ferro, deficit di vitamina B12, perdite considerevoli di sangue, insorgenza di infezioni gravi. Non vanno poi trascurate le condizioni patologiche che si manifestano con l’abbassamento del livello si emoglobina quali: aplasia midollare, leucemie, neoplasie maligne, epatopatie, collagenopatie, morbo di Crhon, morbo di Cooley, morbo di Hodgkin, insufficienza renale cronica,ulcera peptica. Altre notizie sull’argomento si trovano su Emoglobina molto bassa: trattamento con rimedi naturali. Continue reading

Pubblicità
Published by:

Emoglobina molto bassa: trattamento con rimedi naturali

Emoglobina molto bassa e riduzione di ferro

Monitorare i valori dell’emoglobina è importante per prevenire l’insorgenza di diverse patologie, in quanto questa proteina globulare oltre ha contenere ferro, svolge un ruolo fondamentale per l’organismo dal momento che è deputata al trasporto dell’ossigeno verso tutte le cellule del corpo e verso gli organi vitali. Quando si evidenzia un livello di emoglobina molto bassa si determina una riduzione dei globuli rossi questa condizione viene definita anemia. I soggetti colpiti da una tra le diverse forme di anemia manifestano una sintomatologia variabile che è strettamente collegata con i livelli di emoglobina. La diagnosi dell’anemia infatti dipende dalla riduzione dei valori di emoglobina, tenendo conto anche delle stesse dimensioni dei globuli rossi. L’anemia è declinata in diverse forme anche se la più comune è la forma dell’anemia sideropenia che viene determinata da un deficit di ferro presente nel sangue. Le forme lievi di questa patologia possono essere trattate in maniera pratica adottando una dieta ricca di vitamine e proteine, ma tornano utili anche dei rimedi naturali suggeriti dalla fitoterapia, che ormai sono entrati a far parte dei rimedi più conosciuti per aumentare l’emoglobina e quindi anche il ferro. Maggiori notizie utili sull’argomento si trovano su Sintomi emoglobina bassa rivelatori dell’anemia. Continue reading

Published by:

Sintomi emoglobina bassa rivelatori dell’anemia

Sintomi emoglobina bassa: i più evidenti

Le diverse forme di anemia sono causate da un deficit di ossigenazione del sangue che si evidenzia con una serie di sintomi dovuti ai valori di emoglobina bassa. La gravità dei sintomi è direttamente connessa con i livelli di emoglobina nel sangue che si presentano in discesa. Il principale segnale con cui si identifica l’anemia è un diffuso pallore dell’incarnato, a cui si accompagnano dei sintomi più caratteristici che appaiono più preoccupanti in relazione alla rapidità con cui si propaga nell’organismo la patologia, tenendo conto anche della quantità di sangue che si perde; se l’anemia invece ha una forma lenta di sviluppo non causa troppi disagi al soggetto. I sintomi rivelatori di un livello basso di emoglobina sono rappresentati da: pelle pallida, unghie deboli e sfaldate, arti superiori ed inferiori freddi, stanchezza generale, debolezza, dolore al torace, senso di irritabilità, fiato corto, battito cardiaco accelerato rispetto alla normalità. Talvolta i soggetti anemici possono avere problemi di concentrazione, in alcuni casi possono cadere vittime di un’inspiegabile depressione, c’è poi chi non è in grado di eseguire compiti impegnativi a livello mentale, a volte poi tra i sintomi dell’emoglobina bassa ci sono anche delle disfunzioni sessuali. Ulteriori notizie su Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia.

Pubblicità

Continue reading

Published by:

Cause emoglobina bassa da cosa dipendono

Cause emoglobina bassa

Quali sono le cause dell’emoglobina bassa? Se il tasso di emoglobina nel sangue presenta un livello minore rispetto alle condizioni considerate normali nella maggior parte dei casi l’organismo evidenzia una carenza di globuli rossi provocato da un deficit di sangue ossigenato presente in circolo nel corpo di un soggetto determinando l’insorgenza dell’anemia. L’anemia si verifica quando il paziente presenta una carenza di globuli rossi e viene diagnosticata misurando il livello di emoglobina attraverso un semplice esame del sangue. Il valore di emoglobina bassa con cui si rileva la presenza dell’anemia si registra sui livelli al di sotto dei 12.0 g/dl nell’uomo e di 10.6 g/dl nella donna. Le cause che determinano una riduzione dei livelli di emoglobina bassa possono essere differenti, generalmente dipendono dalle perdite di sangue (acute o croniche), in alcuni casi una ridotta produzione di globuli rossi è da attribuire ad una carenza di ferro, ma anche di altre sostanze fondamentali per la salute dell’organismo quali: deficit di acido folico, vitamina B12, rame, cobalto. Maggiori notizie si trovano su Emoglobina bassa rischi: l’importanza dei controlli periodici. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa rischi: l’importanza dei controlli periodici

Emoglobina bassa rischi per la salute

In condizioni normali, tenendo conto delle differenze dovute all’età ed al sesso, il valore dell’emoglobina deve essere compreso in un range attorno ai 12 mg/dl, quando invece risultano dei livelli di emoglobina bassa i rischi a cui va incontro il soggetto determinano soprattutto un peggioramento della sua salute fisica evidenziando una condizione di anemia. Le diverse forme di anemia si manifestano con un quadro sintomatologico caratterizzato da una generale debolezza dell’organismo umano su tutti i fronti, da quello respiratorio a quello circolatorio e cardiaco, dovuta alla carenza di ossigenazione dei tessuti e degli organi. La gravità delle diverse forme di anemia è da correlare direttamente alla riduzione dei livelli di emoglobina e dalla velocità con cui progredisce la stessa patologia: l’anemia può avere una fase di sviluppo lenta oppure può progredire repentinamente. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa rimedi: dieta e preparati omeopatici

Emoglobina bassa rimedi alimentari

Per prevenire eventuali problemi di salute si consiglia di tenere sotto controllo i valori del sangue per intraprendere gli adeguati accorgimenti da ascrivere nella lista dell’emoglobina bassa rimedi. Quando i valori dell’emoglobina risultano troppo bassi il soggetto avverte degli specifici sintomi causati dal mancato apporto di ossigenazione ai diversi organi e tessuti del corpo, determinando pallore, stanchezza, vertigini, pressione bassa. Si consiglia di provvedere ad aumentare l’emoglobina presente nel sangue per evitare di andare incontro all’anemia, e la prima cosa da fare è quella di adottare una dieta che prevede un maggiore apporto di ferro, vitamina b12, acido folico; in alcuni casi il medico può prescrivere anche degli integratori di ferro e di vitamine, inoltre per innalzare i valori dell’emoglobina si può assumere l’eritropoietina, ossia un ormone che stimola la produzione di globuli rossi. Attraverso l’assunzione di particolari vitamine è possibile aumentare l’emoglobina è importante soprattutto la vitamina C in quanto aiuta l’organismo ad assimilare meglio il ferro contenuto nei cibi, in particolare la vitamina C andrebbe assunta subito prima di mangiare o durante i pasti. Tra gli alimenti ricchi di vitamina C ci sono la frutta e la verdura colorata. In caso di emoglobina bassa è opportuno consultare il proprio medico che indicherà le strategie alimentari da adottare. Maggiori notizie su Emoglobina bassa sintomi: le tipiche manifestazioni. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa sintomi: le tipiche manifestazioni

Emoglobina bassa sintomi: quadro clinico

Una diminuzione considerevole dei globuli rossi evidenzia dei valori di emoglobina bassa con sintomi tipici di questa condizione: quando i globuli rossi sono in quantità inferiore rispetto ai livelli considerati normali si manifestano i tipici sintomi dell’anemia che si palesa con un caratteristico pallore dell’incarnato che interessa anche le gengive, le labbra, i palmi delle mani,i bordi delle palpebre; il soggetto tende poi ad affaticarsi frequentemente (astenia); si aggiungono poi casi di dispnea che si evidenziano con un respiro affannoso; la frequenza del battito cardiaco risulta accelerata in quanto il cuore pompa più velocemente il sangue per compensare la carenza di ossigeno trasportato dell’emoglobina; anche la pressione ed il battito del polso risulta basso. Il quadro clinico dei soggetti che presentano un valore basso di  emoglobina include anche mal di testa, vertigini, capogiri, difficoltà a concentrarsi, irritabilità, fragilità di unghie, capelli sfibrati, temperatura bassa nella zona degli arti inferiori e superiori. I sintomi dell’anemia sono alquanto tipici e sono provocati dal ridotto apporto di ossigeno ai tessuti ed agli organi. Ulteriori informazioni si trovano su Emoglobina bassa gravidanza: una condizione da monitorare. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa gravidanza: una condizione da monitorare

Emoglobina bassa gravidanza: l’anemia sideropenica

Rispetto agli uomini le donne presentano più spesso un abbassamento di emoglobina nel sangue in particolare durante la comparsa mensile del flusso mestruale, ciò determina la manifestazione dell’anemia; ma è frequente anche un valore di emoglobina bassa in gravidanza, così come durante il parto e nella fase dell’allattamento al seno. Questi momenti della vita di una donna possono caratterizzarsi per una significativa carenza di ferro che determina a sua volta una minore produzione da parte dell’organismo di emoglobina. L’anemia sideropenia, causata da carenza di ferro, può sorgere nelle donne in gravidanza in quanto necessitano di un maggiore apporto di questo minerale, per questo nel corso della gestazione è opportuno monitorare questa condizione attraverso l’esame dell’emocromo che permette di valutare i livelli di globuli rossi e la misurazione dell’emoglobina, in questo modo è possibile rilevare la manifestazione dell’anemia sideropenica e seguire un trattamento adeguato che permette la corretta integrazione dei livelli di ferro. Questa condizione si accompagna poi a delle manifestazioni di sintomi caratteristici quali: pallore, stanchezza, debolezza, sonnolenza, senso di vertigini. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia

Emoglobina bassa cause: anemie da carenza di vitamine

Quando nel sangue si scopre un livello di emoglobina bassa bisogna risalire alle cause, in questo caso si parla di anemia che si manifesta quando l’organismo ha un ridotto numero di globuli rossi sani: chi soffre di anemia non riceve una quantità sufficiente di sangue ossigenato, l’abbassamento dell’emoglobina si verifica quando l’organismo risulta carente la quantità di ferro. Tenendo conto dell’abbassamento dei livelli dell’emoglobina in relazione ai valori normali, l’anemia può essere classificata in lieve, moderata o grave. L’anemia può essere un disturbo passeggero nelle condizioni meno gravi, invece quando il disturbo diventa cronico bisogna quindi identificare la forma di anemia di cui si soffre dal momento che le forme lievi sono più facili da curabili mentre quelle più gravi richiedono un trattamento più intenso. Le cause che determinano l’insorgenza di anemia possono essere attribuite ad una carenza di ferro o anche ad un deficit di vitamine quali B6, B12, B9. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Emoglobina bassa da cosa può dipendere. Continue reading

Published by: