Emoglobina effetto Hamburger

Approfondimenti

Tra i diversi studiosi che si sono occupati delle varie componenti che caratterizzano l’emoglobina, bisogna segnalare il fisiologo inglese Hartog Jakob Hamburger che ha descritto come avviene il movimento di ioni cloruro (Cl-) e bicarbonato (HCO3-) attraverso lo scambiatore cloruro-bicarbonato collocato sulla membrana plasmatica di ogni globulo rosso denominato banda III, tale processo ha preso il nome dallo stesso studioso ed è quindi noto come effetto Hamburger. Nello specifico questo effetto si verifica nei tessuti dove gli eritrociti perdono ioni bicarbonato  (HCO3-) ma nello stesso tempo acquisiscono ioni Cl- e molecole di H2O, con l’ingresso dell’anione cloruro si crea a un gradiente osmotico che determina il richiamo di acqua all’interno dell’eritrocita che in questo modo aumenta di volume. L’emoglobina che raggiunge un tessuto si trova allo stato rilasciato ossia legata all’ossigeno, ma in prossimità del tessuto viene carbossilata e passa allo stato teso, in questo stato l’emoglobina ha minore tendenza a legarsi con l’ossigeno è capace quindi di diffondere ossigeno al tessuto.

Pubblicità

Gli effetti della pressione osmotica nei globuli rossi

emoglobina effetto Hamburger

emoglobina effetto Hamburger

Quando ogni globulo rosso raggiunge un tessuto mette in atto diversi processi, come ad esempio quello per gradiente: l’HCO3-, che è un derivato dell’anidride carbonica, esce dall’eritrocita come effetto di bilanciamento per compensare l’uscita di una carica negativa si ha l’ingresso di cloruri che comporta un incremento della pressione osmotica, inoltre per bilanciare questa variazione si verifica anche l’ingresso di acqua che causa un rigonfiamento dell’eritrocita, un meccanismo spiegato con il cosiddetto effetto Hamburger a cui si contrappone un effetto contrario che si verifica quando un globulo rosso raggiunge gli alveoli polmonari in questo caso si registra un processo di svuotamento degli eritrociti identificato dall’effetto Haldane che permette anche si spiegare il perché  gli eritrociti che raggiungono i polmoni hanno una morfologia diversa a quelli arteriosi, di fatto i globuli rossi venosi hanno una forma più tondeggiante rispetto a quelli arteriosi. Maggiori notizie su Emoglobina effetto Haldane.

Pubblicità