Emoglobina glicosata e controllo glicemico

Emoglobina glicosilata

Emoglobina glicosata: la sua importanza

Quando il glucosio presente nel sangue si lega all’emoglobina diventa emoglobina glicosilata, questa condizione persiste per tutto il ciclo di vita dei globuli rossi che ha una durata di circa 120 giorni, quindi i valori della glicemia media rimangono immutati, non subendo cambiamenti rilevanti. Con il controllo della glicemia media indicata con l’HbA1c è possibile rilevare la quantità di glucosio che si è andata a congiungere con i globuli rossi: un valore alto di emoglobina glicosata rappresenta quindi una maggiore concentrazione di zucchero nel sangue. I valori forniti dall’esame dell’emoglobina glicosilata costituiscono quindi un parametro affidabile per la misurazione della glicemia nei soggetti diabetici e non solo. La misurazione della media della glicemia degli ultimi 2-3 mesi infatti consente di verificare il compenso metabolico non subendo alcuna influenza da parte di fattori secondari ed esterni. Il dosaggio dell’emoglobina glicosilata rispetto all’autocontrollo della glicemia si rivela un dato più affidabile, fornendo dati utili non solo nella misurazione della glicemia media in un arco di tempo relativamente lungo, ma rappresenta anche un indice di grande ausilio per controllare l’andamento nel paziente della malattia diabetica. Rispetto al controllo della glicemia l’emoglobina glicosilata presenza una minore variabilità, inoltre evidenzia anche un minor tasso di instabilità. Altre notizie su Emoglobina glicosilata nei soggetti diabetici.

Pubblicità

Il monitoraggio periodico

emoglobina glicosata

emoglobina glicosata

Il monitoraggio periodico dell’emoglobina glicosilata è un esame che viene regolarmente prescritto ai pazienti che hanno il diabete per capire se il controllo glicemico è nella norma, se il valore di emoglobina glicosilata è superiore a 7% allora il diabete non è equilibrato, per abbassare i valori il medico raccomanderà di adottare una dieta ad hoc oppure di modificare la cura seguita. Gli esami del sangue necessari per misurare l’emoglobina glicosilata devono essere ripetuti ad una cadenza stabilita dal proprio diabetologo tenendo conto del tipo di diabete, di solito si consigliano controlli almeno due volte l’anno e nei casi più preoccupanti anche ogni due mesi. Maggiori informazioni su Emoglobina glicosilata HbA1c: le cause dell’aumento dei valori. Maggiori informazioni si trovano su Emoglobina glicosilata HbA1c: le cause dell’aumento dei valori.

Pubblicità