Emoglobina glicosilata alta: il range di riferimento delle Linee guida europee

Emoglobina glicosilata

Emoglobina glicosilata alta: quali sono le conseguenze

Se la percentuale di emoglobina glicosilata è alta allora il livello di glucosio presente nel sangue del soggetto è troppo elevato: una glicemia media alta si attesta su un tasso superiore ai valori normali di riferimento di 6.5% ossia di 48 mmol/mol. L’HbA1c è un parametro importante soprattutto per i soggetti diabetici perché permette loro di valutare se il glucosio presente nel sangue, negli ultimi 2-3 mesi, mostra dei valori accettabili scongiurando il rischio dell’aggravarsi della patologia che può portare a diverse complicanze, mentre per i soggetti sani l’HbA1c è un parametro che permette di prevedere l’insorgenza del diabete. Tanto più è alta l’emoglobina glicosilata tanto maggiore sarà l’esposizione del paziente a problemi di tipo cardiocircolatorio o di natura neurologica, senza trascurare i casi di retinopatia, che possono instaurarsi in relazione anche ad altri fattori strettamente dipendenti, primo tra tutti la stessa predisposizione genetica. Maggiori informazioni su Hb emoglobina glicata: per prevedere eventuali complicanze.

Pubblicità

I dati forniti dagli studi clinici

emoglobina glicosilata alta

emoglobina glicosilata alta

L’importanza del controllo della glicemia è un punto fondamentale per valutare il decorso della malattia diabetica, offrendo anche la possibilità di monitorare l’efficacia della terapia seguita dal paziente, dal momento che i valori dell’HbA1c indicano se il controllo della glicemia è stato modificato in relazione all’assunzione di farmaci particolari, oppure dal regime alimentare adottato nelle ultime settimane prima dell’esecuzione del test, anche una costante attività fisica può incidere sulla misurazione dell’emoglobina glicosilata. Il controllo periodico dell’HbA1c viene raccomandato dai diabetologi in quanto diversi studi condotti in ambito clinico hanno evidenziato che esiste una stretta correlazione tra una costante misurazione alta di emoglobina glicata e la probabilità di andare incontro a complicanze di salute, prime tra tutte: nefropatia, retinopatia, neuropatia. Il livello di sicurezza di HbA1c che il paziente diabetico non deve superare, secondo quanto riferito dalle Linee guida europee, è il valore di 6,5%, mentre le Linee guida americane fanno riferimento al valore di 7%. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Emoglobina glicosilata nei soggetti diabetici.

Pubblicità