Emoglobina glicosilata valori: le nuove misurazioni di HbA1c

Emoglobina glicosilata

Emoglobina glicosilata valori standardizzati

Nel corso del 2012, per la precisione a partire dal mese di ottobre, sono cambiati le modalità con cui vengono dell’emoglobina glicosilata i valori così sui referti degli esami di laboratorio la misurazione dell’HbA1c non viene più espressa in percentuale ma viene stimata in millimole per mole (mmol/mol). Ma si tratta semplicemente di un cambiamento che riguarda le unità di misura riportate nell’esame, mentre la procedura rimane identica così come la validità: questo test permette infatti di rilevare il livello di emoglobina glicosilata presente nel sangue di un soggetto negli ultimi 2-3 mesi. Grazie ai valori di HbA1c si può evidenziare se il soggetto presenta un tasso di emoglobina glicosilata superiore rispetto ai valori di riferimento che per i soggetti che non hanno il diabete si attestano su una soglia limite compresa tra 4%-6%, ossia in un range compreso tra i 20 mmol/mol ed i 42 mmol/mol. Per quanto riguarda invece i valori del controllo glicemico medio dei soggetti diabetici la misurazione di HbA1c non deve superare il 6.5%, ossia i valori non devono risultare superiori ai 48 mmol/mol, se un soggetto non diabetico nel corso di due esame periodici di emoglobina glicosilata  evidenzia dei valori superiori a questa soglia allora la diagnosi conferma lo sviluppo del diabete. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Emoglobina glicosilata nei soggetti diabetici.

Pubblicità

Emoglobina glicata-Hba1c standardizzata IFCC-GLAD

emoglobina glicosilata valori

emoglobina glicosilata valori

L’Italia per iniziativa del gruppo di lavoro GLAD, Gruppo di Lavoro A1c Delegati, si è uniformata alle linee guida che per convenzione sono state assunte già in precedenza dagli altri Paesi europei, per questo motivo i laboratori di analisi privati ed ospedalieri si sono impegnati a misurare l’HbA1c sia con un valore espresso in percentuale che in mmol/mol secondo il sistema di riferimento IFCC, infatti sui referti delle analisi del sangue, a partire dal mese di ottobre 2012, compare la dicitura emoglobina glicata-HbA1c standardizzata IFCC-GLAD. Le principali motivazioni che hanno portato a questa standardizzazione dei valori dell’emoglobina glicata bisogna menzionare una più precisa identificazione dei valori valutando così anche i piccoli cambiamenti dell’emoglobina glicosilata. Maggiori notizie su Emoglobina glicosilata alta: il range di riferimento delle Linee guida europee.

Pubblicità