I principali interventi di chirurgia orale

Approfondimenti
denti

Prendersi cura dei propri denti è un’attività quotidiana alla quale ci si abitua fin da piccoli: bastano infatti pochi minuti al giorno per mantenere i propri denti in salute ed evitare spiacevoli inconvenienti dovuti a una scarsa igiene e alla poca attenzione.

Nonostante ciò può sempre capitare, soprattutto col passare degli anni, di dover ricorrere al dentista o addirittura in alcuni casi al chirurgo, per risolvere le principali problematiche che compromettono la salute della cavità orale e quindi del benessere generale.

Gli interventi di chirurgia orale stanno diventando sempre più specifici e puntano a risolvere problematiche che se trascurate, possono degenerare portando anche a gravi complicazioni. Ma quali sono gli interventi principali di questo mirato tipo di chirurgia?

Implantologia dentale

Uno degli interventi più diffusi a livello chirurgico è sicuramente l’implantologia dentale. Questo intervento permette la sostituzione di un dente mancante tramite l’applicazione di un impianto dentale (generalmente in titanio) e l’installazione dello stesso all’interno dell’osso mascellare.

Deve crearsi una perfetta integrazione tra l’impianto e l’osso mascellare tramite un processo definito osteointegrazione. Terminato questo processo è possibile in seguito installare una specifica protesi dopo un periodo di tempo di diversi mesi.

Un nuovo approccio viene dall’implantologia a carico immediato, una tecnica che permette di installare la protesi in brevissimo tempo, compattando tempi, fastidi e disagi che in genere accompagnano questo tipo di intervento. Per saperne di più su questa specifica tecnica, clicca qui.

Intervento parodontale

L’intervento parodontale è una particolare tecnica chirurgica utilizzata nei pazienti affetti da parodontite: questa tecnica viene utilizzata nel caso in cui, all’interno della cavità orale, si creino delle tasche parodontali, ossia degli spazi tra la gengiva e la superficie del dente, luogo ideale per la proliferazione batterica.

Pubblicità

Questa particolare caratteristica compromette la pulizia efficace del cavo orale e rende necessari interventi specifici, specialmente qualora le tasche abbiano una profondità di un certo spessore.

Rigenerazione ossea

La tecnica di rigenerazione ossea viene utilizzata in tutti i casi in cui non è possibile ricorrere all’implantologia dentale tradizionale o all’implantologia a carico diretto. Se infatti non vi è una superficie sufficiente sulla quale installare l’impianto, non è possibile procedere con questi particolari interventi.

In questi casi si punta quindi alla rigenerazione, ovvero una vera e propria ricostruzione del tessuto osseo sul quale, in seguito, verrà inserito un impianto. Per effettuare questo intervento si utilizzano diverse tipologie di materiali, che vengono selezionate in maniera mirata a seconda dei casi.

Gnatologia: intervento di chirurgia della mascella

La gnatologia è una branca dell’odontoiatria che si occupa dello studio della mandibola, dal punto di vista fisiologico, patologico e funzionale. Gli interventi chirurgici che mirano ad azioni correttive sulla mascella rientrano in quella che viene definita chirurgia ortognatica.

Quest’ultima viene utilizzata in ambito odontoiatrico per far fronte a diverse problematiche, come ad esempio la malocclusione, ovvero la situazione in cui l’arcata superiore dei denti non coincide perfettamente con quella inferiore. Questa situazione, se trascurata, può portare nel tempo a problematiche articolari a livello temporo-mandibolare, che possono causare anche mal di testa, dolori al collo e alle spalle.

Gli interventi di chirurgia orale stanno diventando sempre più evoluti e permettono di risolvere anche le problematiche più complesse. Questi interventi possono essere discussi con il proprio medico o con il proprio dentista, una figura specializzata capace di consigliare il miglior approccio alla risoluzione delle problematiche della cavità orale.

È importante non sottovalutare mai i sintomi di un problema ai denti, così intervenire per tempo senza che la situazione si aggravi, richiedendo poi interventi sempre più invasivi e di complicata esecuzione.

Pubblicità