Ossiemoglobina e capacità polmonari

Approfondimenti

Ossiemoglobina e capacità polmonari

Durante la respirazione si forma un composto labile prodotto di associazione dell’emoglobina del sangue con l’ossigeno molecolare denominano ossiemoglobina la cui composizione avviene a livello dei capillari polmonari per poi andare incontro a scissione a livello dei tessuti ai quali cede ossigeno, costituendo il mezzo di trasporto per la regolare erogazione dell’ossigeno ai diversi distretti anatomici. Nello specifico non tutta l’aria che entra nei polmoni è implicata in uguale misura nelle diverse fasi della respirazione che si compone di diverse componenti importanti: volume corrente o respiratorio con cui si fa riferimento alla quantità di aria che si inspira e che si espira nel corso di un atto respiratorio normale; volume inspiratorio di riserva che coincide con la quantità di aria che può essere inspirata con un’ispirazione forzata al termine di un’inspirazione normale; volume espiratorio di riserva, ossia la quantità di aria che può essere espirata con un’espirazione forzata al termine di un’espirazione normale; volume residuo che rappresenta la quantità di aria che rimane nei polmoni al termine di un’espirazione forzata.

Pubblicità

Cosa sono le capacità polmonari

ossiemoglobina

ossiemoglobina

Le capacità polmonari di un singolo individuo vengono valutate sommando due o più volumi polmonari tenendo conto del fatto che la capacità inspiratoria è data dalla somma del volume corrente e del volume inspiratorio di riserva e corrisponde alla quantità di aria che viene inalata durante un’inspirazione forzata al termine di un’espirazione normale. Ed ancora se ne deduce che la capacità funzionale residua viene determinata dal totale ottenuto dal volume residuo e dal volume di riserva espiratoria definendo così la concentrazione di aria circolante nel polmone dopo la regolare espulsione di aria. La capacità vitale è la somma del volume corrente, del volume inspiratorio di riserva e del volume espiratorio di riserva e rappresenta la quantità di aria che può essere aspirata con un’espirazione forzata al termine di un’inspirazione forzata; invece si definisce capacità totale il totale dei volumi polmonari che corrisponde alla quantità di aria presente nei polmoni al termine di un’inspirazione forzata.

Pubblicità