• Pubblicità
  • Emoglobina bassa sintomi: le tipiche manifestazioni

    Emoglobina bassa sintomi: quadro clinico Una diminuzione considerevole dei globuli rossi evidenzia dei valori di emoglobina bassa con sintomi tipici di questa condizione: quando i globuli rossi sono in quantità inferiore rispetto ai livelli considerati normali si manifestano i tipici sintomi dell’anemia che si palesa con un caratteristico pallore dell’incarnato che interessa anche le gengive, […]
    Continua..
  • Emoglobina bassa gravidanza: una condizione da monitorare

    Emoglobina bassa gravidanza: l’anemia sideropenica Rispetto agli uomini le donne presentano più spesso un abbassamento di emoglobina nel sangue in particolare durante la comparsa mensile del flusso mestruale, ciò determina la manifestazione dell’anemia; ma è frequente anche un valore di emoglobina bassa in gravidanza, così come durante il parto e nella fase dell’allattamento al seno. […]
    Continua..
  • Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia

    Emoglobina bassa cause: anemie da carenza di vitamine Quando nel sangue si scopre un livello di emoglobina bassa bisogna risalire alle cause, in questo caso si parla di anemia che si manifesta quando l’organismo ha un ridotto numero di globuli rossi sani: chi soffre di anemia non riceve una quantità sufficiente di sangue ossigenato, l’abbassamento dell’emoglobina si […]
    Continua..
  • Emoglobina bassa

    Emoglobina bassa da cosa può dipendere

    Emoglobina bassa: quando si evidenzia Tenendo conto delle variazioni dovute all’età ed alle differenze di sesso, in genere i valori normali dell’emoglobina non devono essere inferiori a 10 mg/dl, in presenza di un livello di emoglobina bassa è importante indagare le cause per evitare l’insorgenza di gravi danni alla salute. Quando le concentrazioni di emoglobina […]
    Continua..
  • Emoglobina glicata diabete: criterio diagnostico per monitoraggio

    Emoglobina glicata diabete: un affidabile indice di controllo Emoglobina glicata diabete: quando il glucosio, presente in grandi quantità nel soggetto diabetico, si lega all’emoglobina si forma l’emoglobina glicata, detta HbA1 o A1c, la cui misurazione permette di controllare con una cadenza regolare l’equilibrio glicemico. Rilevando il tasso di emoglobina glicata sull’emoglobina totale è possibile determinare la […]
    Continua..
  • sg-emoglobina glicata per valutare i livelli della glicemia

    sg-emoglobina glicata Attraverso il sg-emoglobina glicata si indica la denominazione dell’esame (sistema/analisi) con cui si controlla il tasso glicemico nel paziente diabetico, si tratta infatti di un indicatore attraverso il quale si valuta lo stato di salute dei globuli rossi che vivono mediamente 8-12 settimane prima di essere sostituitida nuovi globuli rossi. Va precisato comunque che […]
    Continua..
  • Emoglobina glicata HbA1c: i livelli medi del controllo glicemico

    Emoglobina glicata HbA1c: controllo glicemico Nel paziente diabetico assume un ruolo rilevante il fenomeno della glicazione, ossia il processo attraverso il quale gli zuccheri si legano ad alcuni gruppi di proteine, per questo si fa ricorso all’indice del controllo metabolico offerto dall’emoglobina glicata HbA1c: attraverso questo test si rilevano i livelli medi del controllo glicemico nell’arco […]
    Continua..
  • Emoglobina glicata ifcc: nuovo metodo di riferimento

    Emoglobina glicata ifcc: significato diagnostico Il miglior indice per controllare il diabete mellito è l’emoglobina glicata ifcc: il valore viene espresso in percentuale, ma anche basandosi su un nuovo metodo di riferimento indicato identificato con la sigla ifcc, i risultati vengono espressi, a partire dal primo ottobre 2012, in millimoli (mmol) di emoglobina glicosilata per […]
    Continua..