Reticolocito e deficit relativi

Approfondimenti

Reticolocito e deficit relativi

I globuli rossi durante la loro maturazione attraversano uno stadio in cui il nucleo viene espulso, che dura 1-2 giorni, si parla in tal caso di reticolocito, in seguito la cellula diventa un eritrocito maturo, la cui durata media è di circa 120 giorni. Nello specifico i globuli rossi immaturi costituiscono mediamente lo 0,5% – 2,5% di tutti i globuli rossi circolanti, quindi un numero di reticolociti normale segnala una normale attività midollare se però la concentrazione di emoglobina è normale, si parla di reticolocitosi se il numero dei globuli rossi immaturi è elevato in presenza di livelli di emoglobina normali, in questo caso si registra una rapida distruzione dei globuli rossi anche se il midollo ha compensato aumentandone la produzione. Se la concentrazione di emoglobina è bassa ed i reticolociti normali, il soggetto può avere una forma di anemia non ben adeguata: la concentrazione di globuli rossi a livello ematico risulta ridotto mentre il valore percentuale risulta normale a questi valori corrisponde spesso un incremento dei reticolociti. In genere la condizione di reticolocitosi non causa problematiche per il soggetto se la funzionalità del midollo osseo è normale e le riserve di ferro risultano normali, di solito il grado di reticolocitosi è proporzionale al grado di perdita di sangue o di distruzione dei globuli rossi.

Pubblicità

Casi clinici

reticolocito

reticolocito

Alterazioni dei livelli degli eritrociti possono interessare i soggetti che presentano deficit di maturazione degli eritrociti o di produzione di emoglobina in associazione ad un’eritropoiesi non adeguata, la popolazione degli eritrociti risulta aumentata anche se il conteggio dei reticolociti è basso, poiché molte cellule non maturano mai a sufficienza per entrare in circolo. A livello clinico si registrano casi di reticolocitosi quando si verifica nel paziente una perdita di sangue, in caso di anemie da ferro, oppure quando  il midollo osseo si trova a dover affrontare un’aumentata produzione di globuli rossi. I livelli normali di eritrociti si rivelano quando la concentrazione di emoglobina si normalizza invece se la reticolocitosi si prolunga nel tempo allora potrebbe essere connessa ad una perdita di sangue continua o ricorrente. Come trattamento curativo il medico può raccomandare la somministrazione di ferro che favorisce un aumento dei reticolociti.

Pubblicità