Tabacco modificato per produrre emoglobina umana

Approfondimenti
Tabacco-modificato-per-produrre-emoglobina-umana

Tabacco modificato da cui ricavare l’emoglobina

Tabacco-modificato-per-produrre-emoglobina-umana

Tabacco-modificato-per-produrre-emoglobina-umana

Una scoperta a dir poco sensazionale fa tuttora tremare i
palazzi della scienza medica: dal tabacco, geneticamente
modificato, può essere prodotto emoglobina umana! Le
cosiddette biotecnologie vegetali stavolta si sono realmente
superate grazie alle loro ricerche svolte in Francia. Com’è
noto l’emoglobina è una proteina complessa presente
all’interno dei globuli rossi che ha la funzione vitale di
trasportare l’ossigeno dai polmoni ai tessuti. Essa è
caratterizzata da uno ione ferroso che cattura l’ossigeno
dell’aria e lo mette in circolo nel corpo umano mediante il
processo meccanico della respirazione. La tipologia di
emoglobina presente nell’uomo adulto è il tipo A, composta
da quattro catene peptidiche chiamate globine. Per ottenere
dal semplice tabacco proprio l’emoglobina A umana, gli
studiosi francesi hanno manipolato il Dna di tale sostanza,
concentrando l’attenzione sui semi e riuscendo da tale
manipolazione ad isolare le suddette globine; l’emoglobina è
stata poi purificata con tecniche cromatografiche e
successivamente esaminata nelle sue caratteristiche e
funzionalità effettive.

Pubblicità

Applicazioni dell’emoglobina creata dal tabacco

Lo studio sopra descritto ha portato ad ottimi risultati:
l’emoglobina generata dalla modificazione del tabacco ha
operatività e peculiarità simili a quella organica. Dunque
l’uso di tale pianta può essere considerato una buona fonte di
produzione di sostanze fondamentali per l’essere umano, in
prima di tutto perchè economici e poi perchè assolutamente
esuli dal rischio di contaminazioni. Inoltre l’uso di sostanze
vegetali come il tabacco non smuove polveroni etici come fa
l’utilizzo di risorse animali e, nello specifico, si è
dimostrato l’elemento più idoneo alla fattibilità della
creazione, utilissima pensando alle innumerevoli possibili
applicazioni dell’emoglobina da esso generata; una volta
dissolta in una soluzione salina, infatti, la proteina può
essere iniettata a sostituzione del sangue. La scoperta
francese è sicuramente prova palese della straordinaria
versatilità delle piante le quali, da mero alimento nutritivo,
sono divenute reali aziende produttive di sostanze vitali per
l’organismo umano.

Pubblicità