Emoglobina » Blog Archives

Tag Archives: gravidanza

Emoglobina fetale: caratteristiche e funzioni

Cos’è l’emoglobina fetale

Emoglobina-fetale-caratteristiche-e-funzioni

Emoglobina-fetale-caratteristiche-e-funzioni

Nel feto, in particolare nei suoi globuli rossi, è possibile individuare l’emoglobina fetale. Un tipo di emoglobina differente da quella adulta, sotto vari punti di vista ma soprattutto per peculiarità strutturali ben precise. Il feto rappresenta, umanamente parlando la gioia più grande, ma dal punto di vista scientifico, semplicemente il risultato dell’atto di fecondazione attuato tra uomo e donna ma non ancora conclusosi. Il feto però nonostante ciò è un essere vivente in tutto e per tutto, già dotato di forme e caratteristiche dell’essere umano. Il feto, a differenza dell’embrione, non subisce modificazioni negli organi, ma essi maturano in struttura e funzione fino alla fine della gravidanza e quindi al parto. L’emoglobina fetale infatti si differenzia da quella dell’uomo adulto per la presenza di catene gamma diverse da esso, pur mantenendo uguali le catene alfa. Ciò che differenzia le catene gamma dell’emoglobina fetale è il numero di amminoacidi da cui sono composte: differiscono da quelle adulte per 39 amminoacidi. Questo particolare tipo di struttura dell’emoglobina fetale le conferisce una maggiore affinità con l’ossigeno, permettendo una più efficace estrazione dello stesso dal sangue materno. Continue reading

Published by:

Acido folico nell’alimentazione amico dell’emoglobina

Proprietà dell’acido folico

Acido-folico-nell'alimentazione-amico-dell'emoglobina

Acido-folico-nell’alimentazione-amico-dell’emoglobina

L’acido folico, più comunemente conosciuto come vitamina B9, è un nutriente fondamentale per il benessere dell’organismo, sia in condizioni normali che ad esempio durante una gravidanza. L’acido folico infatti è essenziale per la formazione dell’emoglobina, la sintesi del DNA e delle proteine. Fra l’altro assunto durante la gestazione ha dimostrato un forte potere di prevenzione delle malformazioni neonatali quali spina bifida e cardiopatie congenite. Per questo ginecologi e medici consigliano di assumere acido folico prima del concepimento ed almeno durante il primo trimestre di gestazione. Continue reading

Pubblicità
Published by:

Valori emoglobina bassi: emodiluizione in gravidanza

Valori emoglobina bassi durante la gravidanza

Tenendo conto delle possibili variazioni tra gli individui, in generale vengono considerati normali i livelli di emoglobina compresi in un range tra 12 g/dl e 16 g/dl, nel corso della gravidanza si rileva un normale calo di questa proteina si evidenziano quindi valori di emoglobina bassi  che possono arrivare fino ai 10 g/dl. Questo calo è una condizione fisiologica in quanto nell’epoca gestazionale  il volume di sangue materno aumenta gradualmente per soddisfare i bisogni anche del feto, si parla quindi di emodiluizione: consiste nella riduzione della concentrazione dei globuli rossi e dell’emoglobina nel sangue della gestante. La principale conseguenza dell’emodiluizione è lo sviluppo dell’anemia che si registra molto spesso tra le donne in gravidanza soprattutto a partire dal terzo trimestre dell’epoca gestazionale, l’incidenza dell’anemia in gravidanza è connessa comunque a condizioni pregresse di anemia nella donna che risalgono a prima del concepimento. La diminuzione dell’emoglobina determina così una carenza di ferro che va curata per evitare di arrecare danni alla salute del bambino, ed infatti tra le principali complicanze dell’anemia delle gestanti vi sono il rischio di un parto prematuro oppure il basso peso del nascituro. Altre notizie su Emoglobina valori bassi: quadro clinico. Continue reading

Published by:

Emoglobina urine gravidanza a cosa attribuire l’anomalia

Emoglobina urine gravidanza

Tra gli esami che vengono prescritti alle gestanti, l’analisi delle urine è il test che viene eseguito con una certa frequenza e regolarità durante l’epoca gestazionale in quanto permette di acquisire delle informazioni utili per valutare la funzionalità renale ma anche per monitorare le condizioni di salute della donna. Quando si riscontra l’emoglobina nelle urine in gravidanza, la principale causa è rappresentata dall’insorgenza di una leggera forma di anemia che spesso viene a manifestarsi nelle donne in stato interessante. Il referto fornito dall’esame delle urine si divide in due parti: la prima evidenzia la composizione chimico-fisico a cui si associa una seconda parte che permette di valutare il sedimento corpuscolare dell’urina. In particolare quando dal referto delle analisi di laboratorio dal punto di vista chimico-fisico compaiono tracce di emoglobina nelle urine allora nel sedimento delle urine si vanno a depositare globuli rossi ed in questo caso si parla di emoglobinuria. Per approfondimenti si rinvia alla lettura dell’articolo Urine emoglobina: l’emoglobinuria parossistica notturna. Continue reading

Published by:

Emoglobina bassa gravidanza: una condizione da monitorare

Emoglobina bassa gravidanza: l’anemia sideropenica

Rispetto agli uomini le donne presentano più spesso un abbassamento di emoglobina nel sangue in particolare durante la comparsa mensile del flusso mestruale, ciò determina la manifestazione dell’anemia; ma è frequente anche un valore di emoglobina bassa in gravidanza, così come durante il parto e nella fase dell’allattamento al seno. Questi momenti della vita di una donna possono caratterizzarsi per una significativa carenza di ferro che determina a sua volta una minore produzione da parte dell’organismo di emoglobina. L’anemia sideropenia, causata da carenza di ferro, può sorgere nelle donne in gravidanza in quanto necessitano di un maggiore apporto di questo minerale, per questo nel corso della gestazione è opportuno monitorare questa condizione attraverso l’esame dell’emocromo che permette di valutare i livelli di globuli rossi e la misurazione dell’emoglobina, in questo modo è possibile rilevare la manifestazione dell’anemia sideropenica e seguire un trattamento adeguato che permette la corretta integrazione dei livelli di ferro. Questa condizione si accompagna poi a delle manifestazioni di sintomi caratteristici quali: pallore, stanchezza, debolezza, sonnolenza, senso di vertigini. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Emoglobina bassa cause: le diverse forme di anemia. Continue reading

Published by: