Emoglobina » Blog Archives

Tag Archives: sangue

Tabacco modificato per produrre emoglobina umana

Tabacco modificato da cui ricavare l’emoglobina

Tabacco-modificato-per-produrre-emoglobina-umana

Tabacco-modificato-per-produrre-emoglobina-umana

Una scoperta a dir poco sensazionale fa tuttora tremare i
palazzi della scienza medica: dal tabacco, geneticamente
modificato, può essere prodotto emoglobina umana! Le
cosiddette biotecnologie vegetali stavolta si sono realmente
superate grazie alle loro ricerche svolte in Francia. Com’è
noto l’emoglobina è una proteina complessa presente
all’interno dei globuli rossi che ha la funzione vitale di
trasportare l’ossigeno dai polmoni ai tessuti. Essa è
caratterizzata da uno ione ferroso che cattura l’ossigeno
dell’aria e lo mette in circolo nel corpo umano mediante il
processo meccanico della respirazione. La tipologia di
emoglobina presente nell’uomo adulto è il tipo A, composta
da quattro catene peptidiche chiamate globine. Per ottenere
dal semplice tabacco proprio l’emoglobina A umana, gli
studiosi francesi hanno manipolato il Dna di tale sostanza,
concentrando l’attenzione sui semi e riuscendo da tale
manipolazione ad isolare le suddette globine; l’emoglobina è
stata poi purificata con tecniche cromatografiche e
successivamente esaminata nelle sue caratteristiche e
funzionalità effettive. Continue reading

Published by:

Cera il doping del nuovo secolo

 

Cera un nuovo tipo di doping

Cera-il-doping-del-nuovo-secolo

Cera-il-doping-del-nuovo-secolo

Recentemente il mondo dello sport (mediante il ciclismo) ha
visto fare capolino ad un nuovo tipo di doping denominato
Cera, acronimo atto ad indicare Continuous Erythropoietin
Receptor Activator. In parole povere il Cera è un doping di
nuova generazione parente stretto dell’epo, la sostanza in
grado di attivare la produzione di globuli rossi ed aumentare
quindi l’ossigenazione a livello muscolare. Del resto ad
aumentare di conseguenza è anche il livello di emoglobina,
importante in qualsasi settore della vita. Il risultato della
prova suddetta? Prestazioni decisamente migliori e durature
dovute ad una maggiore quantità di ossigeno circolante nel
sangue che dimezza la sensazione di fatica e stanchezza
muscolare. Dunque il Cera è a tutti gli effetti un farmaco
dopante, ma non ancora captabile mediante prelievo
sanguigno ed esame delle urine. Continue reading

Pubblicità
Published by:

Misurazione dell’emoglobina glicosilata in evoluzione

Novità sulla misurazione dell’emoglobina glicosilata

Misurazione-dell'emoglobina-glicosilata-in-evoluzione

Misurazione-dell’emoglobina-glicosilata-in-evoluzione

Qualsiasi soggetto diabetico ha fra le sue priorità la misurazione
dell’emoglobina glicosilata, specifico valore del sangue fondamentale per la corretta valutazione della media glicemica degli ultimi tre mesi, così da apportare eventuali variazioni alla terapia portata avanti se necessarie. Infatti mediante la misurazione dell’emoglobina glicosilata, viene monitorato con certezza l’equilibrio glicemico nei soggetti diabetici ma, volendo, anche nei soggetti che non soffrono di patologie particolari ma vogliono tenere sotto controllo il loro stato di salute. Coloro i quali dipendono dalla terapia insulinica, debbono effettuare la misurazione dell’emoglobina glicosilata ogni tre mesi, mediante un comunissimo prelievo di sangue venoso a digiuno. Proprio per questa frequenza di controllo, è comprensibile come, soprattutto per i bambini, questo appuntamento non sia dei più graditi, per questo si è lavorato con impegno per ideare una nuova tecnica di misurazione dell’emoglobina glicosilata. Essa è effettuata tramite sangue capillare, cioè utilizzando una piccola goccia di sangue estratta da un dito mediante il classico pungidito che i bambini già usano quotidianamente per misurare il livello della glicemia. Continue reading

Published by:

Barbabietola, fonte di emoglobina per le trasfusioni

La barbabietola come fonte di emoglobina

Barbabietola,-fonte-di-emoglobina-per-le-trasfusioni

Barbabietola,-fonte-di-emoglobina-per-le-trasfusioni

Il regno vegetale apre le porte alla carenza di sangue. La barbabietola in particolare sarebbe fonte importante di emoglobina, essenziale durante le trasfusioni ematiche. Una squadra di ricercatori dell’Università di Lund, in Svezia, ha identificato una proteina della barbabietola quasi identica all’emoglobina umana, ossia la vitale proteina che permette il trasporto dell’ossigeno nel sangue. Secondo tale scoperta l’aver isolato tale proteina contenuta nella barbabietola, studiandola ed analizzandola nelle sue proprietà ed azioni, spianerà la strada allo sviluppo di molecole che, rese idonee ad ogni caso specifico, potrebbero essere utilizzate nelle trasfusioni. Insomma la barbabietola potrebbe realmente divenire una vera e propria sorgente di emoglobina umana, rivoluzionando il campo del progresso scientifico, ma soprattutto apportando un bagaglio ricchissimo all’ambito spesso in difficoltà riguardante le trasfusioni sanguigne. L’emoglobina derivante dalla barbabietola, una volta controllata e messa a punto, assicurerà apporti ematici repentini e sicuri a tutti coloro che per emergenza od abitudine con le trasfusioni riescono a sopravvivere. Continue reading

Published by:

La cannella, rimedio utile contro l’emoglobina alta

La cannella riduce i livelli di emoglobina

La-cannella,-rimedio-utile-contro-l'emoglobina-alta

La-cannella,-rimedio-utile-contro-l’emoglobina-alta

Varie ricerche empiriche hanno provato che l’assunzione costante e regolata di cannella riduce i livelli di emoglobina glicata nel sangue, in sole dodici settimane! Ridurre i livelli di emoglobina glicata nel sangue è vitale in pazienti diabetici, in quanto in concentrazioni elevate tende a perdere la sua fisiologica funzionalità di trasporto dell’ossigeno ai tessuti producendo effetti contrari e devastanti. Una tazza d’infuso di cannella è quindi un vero toccasana per chi presenta tale alterazione, il più delle volte spia della presenza di diabete. La cannella fa pensare ai tradizionali bastoncini aromatici intensi e caratteristici, molto utilizzati per condire piatti sia dolci che salati. Come già evidenziato, le proprietà salutistiche della cannella sono molte e varie: oltre a tenere a bada i livelli di emoglobina in circolo nel sangue, la sua corteccia ad esempio ha un potere altamente antiossidante, inoltre favorisce la funzione digestiva e supporta il metabolismo dei carboidrati. Quest’ultimo è un parametro molto importante da tenere sotto controllo, in quanto ad una sua alterazione consegue un rischioso accumulo di grassi, soprattutto a livello addominale, una delle cause principali provocanti il diabete. Continue reading

Published by: