Valori di emoglobina dipendenti dall’equilibrio fra produzione e degradamento degli eritrociti

Valori emoglobina

Valori di emoglobina dall’analisi dell’emocromocitometrico

Attraverso i valori di riferimento di emoglobina si rileva la concentrazione di questa proteina presente nel flusso del sangue. Secondo i dati statistici emergono delle evidenti variazioni dei livelli di riferimento considerati normali anche all’interno del range della popolazione sana, questo perché la misurazione dell’emoglobina varia in base all’età, al sesso ed anche alla razza di appartenenza del soggetto campionato. Per poter analizzare i valori dell’emoglobina è necessario sottoporsi ad uno specifico esame di laboratorio si tratta dell’analisi dell’emocromocitometrico ossia dell’emocromo con cui si effettua il conteggio dei globuli rossi presenti nel sangue, in particolare i valori normali degli eritrociti  e quindi della stessa emoglobina si basa su l’equilibrio fra la fase di produzione ed il processo di degradamento degli eritrociti, questa dinamica a sua volta subisce il condizionamento di ulteriori fattori quali: la proliferazione cellulare, il processo di sintesi dell’emoglobina, le condizioni del midollo osseo, lo stato di normalità delle cellule staminali, il meccanismo di distruzione dei globuli rossi. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di Emoglobina valori bassi: quadro clinico.

Pubblicità

I valori nei bambini

valori di emoglobina

valori di emoglobina

I soggetti più giovani di età presentano una minore concentrazione di emoglobina come si rileva dalle analisi del sangue, ed infatti per i bambini può considerarsi normale il valore minimo di 10 g/dl se appartengono ad una fascia di età compresa tra i  4 anni ed i 10 anni, a partire dagli 11-12 anni invece il range di riferimento si attesta attorno del livello di circa 11,5 g/dl, mentre negli adolescenti  compresi nella fascia di età tra i 13 ed i 15 anni i valori di riferimento considerati normali sono compresi nella soglia di 12 g/dl. L’anemia sideropenica dovuta alla carenza di ferro si verifica spesso nei bambini in quanto diminuiscono i valori dell’emoglobina nell’arco di tempo che va dalla sua nascita fino al primo anno, una conseguenza diretta da collegare all’aumento del volume del sangue che nel corso di questo periodo raddoppia causando un deficit della concentrazione di ferro nei bambini di pochi mesi. Di solito quando il bambino inizia ad essere nutrito con un’alimentazione completa l’anemia scompare spontaneamente. Altre notizie su Valori emoglobina e carenza di ferro.

Pubblicità